Dalmazia – regione Spalato

I campi di piante aromatiche, l’olio d’oliva, il vino e la verde vegetazione in simbiosi con la pietra bianca che s’immerge nell’azzurro mare cristallino: è la descrizione di un’eccezionale regione alla cui singolarità, accanto alle bellezze naturali, si aggiungono numerose vicende storiche, il patrimonio culturale, la tradizione e le usanze. La fusione di questi elementi fa di questa regione un impero nel quale s’incontrano armoniosamente le sue diversità.

Se volete veramente conoscere questa regione in tutto il suo splendore e diversità, cominciate con la Spalato di Diocleziano. Non pensateci due volte, come non lo ha fatto neanche l’imperatore Diocleziano quando decise di costruire la sua residenza proprio a Spalato, la quale poi crebbe fino a divenire una città. Inoltratevi fra le mura del Palazzo di Diocleziano per conoscete lo stile di vita dell’imperatore romano, salite sul campanile di San Doimo e inebriatevi della splendida vista che da esso spazia lontano! Toccate l’alluce di Gregorio di Nona (in croato Grgur Ninski) e immaginate di trovarvi in un’originale konoba dalmata e il vostro desiderio verrà esaudito immediatamente. In una verde oasi circondata dal mare è sistemato il Camping Stobreč Split, aperto tutto l’anno. A Spalato tutto è a portata di mano e dentro le mura del palazzo imperiale troverete numerose konobe che attendono con grande ospitalità ogni visitatore per fargli vivere la storia gastronomica dalmata. Passate attraverso la più minuta via al mondo e provate a unirvi alla gente del posto nel picigin (si legge pizighin), la passione centennaria degli Spalatini, sulla spiaggia di Bačvice (Bacvize).

Dal mare vi arriveranno i profumi dei pini, della salvia e della lavanda: sono le isole di Brazza (Brač), Lesina (Hvar) e Solta (Šolta) che vi chiamano. Bagnate dal mare e cosparse del sale del Mare Adriatico, accarezzate da un maestrale dolce e piacevole, sono un vero rifugio nel mediterraneo. Ognuna di queste ha le sue particolarità. Brazza è fiera del suo Corno d’oro (Zlatni rat), la più bella spiaggia della zona, con la pietra di Brazza, usata nella costruzione di tanti edifici mondiali. Sull’isola di Lesina vi troverete in un’oasi profumata di lavanda e di erbe aromatiche e certo non è priva di patrimonio storico realizzato in pietra.A Solta addolcite la vostra vacanza! L’isola è famosa come isola del miele, vi racconterà la storia della vita delle api e potrete provare a estrarre il miele anche da soli.

A nord di Spalato vi attende Trogir, o come a molti piace amorevolmente chiamarla città felice, città-monumento o città-museo. Gran parte della città è situata su un’isoletta collegata alla terraferma da un ponte. Vi affascinerà con la sua magnificenza d’insieme, esaltata dalla buona conservazione. Sono da visitare tutti i musei all’aperto e non perdetevi la degustazione della ‘pašticada’ di Trogir e i dolci ‘rafioli’, vere lecornie.

Se avete in programma una vacanza all’inizio di agosto, non perdetevi Signa (Sinj), che diventa palcoscenico del centennario torneo cavalleresco, la Sinjska alka. La Sinjska alka è una competizione cavalleresca, una giostra, in cui gli ‘alkari’ a cavallo, in pieno galoppo, con una lancia lunga tre metri, devono centrare un anello di ferro (alka),appeso su una corda sopra il campo di corsa. È il periodo dell’anno quando gli abitanti di Sinj rivivono l’antica tradizione che unisce il passato, il presente e il futuro e che è diventata patrimonio immateriale sotto la protezione dell’UNESCO.

Se volete altre storie del passato sull’eroismo e sul coraggio, andate verso sud e arriverete ad Almissa (Omiš), città famosa per i suoi pirati che orgogliosamente difesero la loro città. È situata sulla foce del fiume Cetina che sul suo percorso tagliò il massiccio montuoso unendosi al Mare Adriatico, creando un impressionante canyon che oggi è luogo ideale per numerosi amanti della vacanza avventurosa.

Esplorate questa variegata regione, dal passato suggestivo e dalle insenature nascoste! Che la vostra ispirazione sia il bianco e il blu! Bianco come la pietra e blu come il mare cristallino che la bagna.