Croazia continentale

Ambite paesaggi da un verde idiliaco, siete per un’atmosfera tranquilla e piacevole nel continente che vi conduce fino a castelli romantici, curie medievali e case di campagna? Volete vivere la tradizione e le usanze del continente? Partite verso la Croazia nord-orientale e godetevi la Croazia continentale!

Iniziate col conoscere Zagabria (Zagreb) e il suo fascino che arriva dal cuore. Protetto dal monte Medvednica e sorto da due abitati situati sulle colline adiacenti, è la capitale e la più grande città croata. Entrate nelle vie della città, facendo una passeggiata veramente unica attraverso la storia! Per iniziare l’esplorazione della città, la cosa migliore è cominciare dalla piazza cittadina principale, Trg bana Josipa Jelačića (Piazza del Bano Josip Jelačić), dove sono ubicati i tre emblemi principali della città. Il primo è la statua equestre del bano Jelačić, il secondo è la fontana Manduševac, situata sul posto dove una volta c’era una sorgente,e il terzo è il grande orologio, luogo dove si danno appuntamento tanti Zagabresi.Prendete il mezzo di trasporto più antico della città e arriverete nella Città Alta (Gornji grad), nucleo storico della città. La Funicolare di Zagabria (Uspinjača), una ferrovia a cremagliera, la più corta al mondo, vi porterà alla torre Lotrščak, dentro la quale si trova il Grički top, un canone che da oltre un secolo a questa parte, ogni giorno rimbomba puntualmente a mezzogiorno per segnare l’ora. Fate due passi fino alla Piazza San Marco (Trg sv. Marka) dove il più pittoresco tetto della città copre la chiesa di San Marco. Proseguite lentamente fino alla Porta di Pietra (Kamenita vrata), unica porta rimasta come testimone della nascita della città, nel cui passaggio è situata la capella con l’immagine sacra della Madonna, prottetrice della città. Accendete la candela e in silenzio abbandonate questo luogo di culto per continuare la vostra visita. È il momento di vedere la Cattedrale di Zagabria o Cattedrale dell’Assunzione della Beata Vergine (Zagrebačka katedrala), in stile neogotico davvero suggestivo. All’interno le candele, le finestre dai mille colori e i fedeli in preghiera, luogo dove potete arricchire lo spirito. In essa riposano le spoglie del Beato Alojzije Stepinac, cardinale e arcivescovo croato tra il 1937 e il 1960.

La città ha tanti parchi nei quali potete trovare un posto per fare una sosta nella romanticità del verde e dei fiori, che fa di questa città un luogo a misura d’uomo. Prendetevi un caffè nella famosa Piazza dei Fiori (Cvjetni trg) che ospita un Mercato dei fiori da cui ha preso il nome. Qui sentirete il ritmo cittadino in un modo più rilassato. L’altra proposta per conoscere la gente, la cultura e lo stile di vita a Zagabria, è la visita al Dolac. È un mercato di alimenti freschi sotto ombrelloni rossi, dove potete toccare e assaggiare Zagabria e sentirne il profumo.Perdetevi a curiosare tra i suoi monumenti,gallerie d’arte, musei e parchi, perchè sono là per voi!

Se vi viene un languorino, partite per Samobor, città del Samoborski fašnik (carnevale) e delle Kremšnite (pastecreme). Potrete conoscere meglio la città attraverso una serie di attrazioni, musei, grotte, cave, ma anche attraverso un’esperienza buongustaia della cucina continentale. Visitate Samobor nei giorni del carnevale, tradizione che risale al 1827, con il loro principe fašnik di pezza tradizionale che alla fine viene bruciato. Unitevi all’allegria generale e ai balli in maschera. Non potete non assaggiare i dessert, la kremšnita, la rudarska greblica (dessert salato) o i krapfen.

Sulla strada per Varaždin, prima di arrivarci, dovreste visitare Krapina e il Museo dell’Uomo Neanderthal di Krapina, dove il percorso di visita è interattivo e dalle tante schede informative potete scoprire fatti interessanti che si riferiscono alla creazione del mondo, all’evoluzione dell’uomo, nonché potete vedere dei reperti fossili di Krapina.

Dopo la visita al museo e alla città, proseguite sulla strada per la città barocca, porta nord-occidentale della Croazia. Varaždin vi svelerà la sua identità urbana barocca attraverso una sontuosa architettura barocca, il patrimonio artistico monumentale, ma anche la dolce armoniosità delle piazze e romantiche vie. Programmate la visita alla città in base ai vostri gusti, cogliete i messaggi del passato e vivete l’allegria dei numerosi festival! Visitate la città a fine agosto, quando Varaždin diventa parco di creatività che glorifica la bellezza delle più svariate sfaccettature dell’arte. Siatene parte!

Una vasta pianura dorata, modellata dalla forza di fiumi possenti e da boschi rinfrescanti di querce secolari, la fertile Pannonia, emersa dalle profondità del Mare Pannonico, è casa della Slavonia armoniosa. La Slavonia è terra fertile che la mano dell’uomo lavora e coltiva da millenni. Questo è un luogo di tradizioni e usanze, sempre fortemente legato alla terra e ai fiumi, luogo in cui vive gente dal cuore grande e allegro.

Ad ogni passo si sente il profondo rispetto per la terra. Imboccate le strade tra fortezze medievali, conventi e castelli barocchi di Požega, Đakovo e Osijek. Vivete momenti unici ascoltando il trotto nella scuderia dei cavalli lipizzani di Đakovo! Fatevi un giro sulla Strada del vino di Ilok oppure visitate le sue cantine, i Stari podrumi, e assaggiate il traminac (traminaz), vino autoctono della Slavonia. Non sorprendetevi se viaggiando, per strada, stormi di anatre selvatiche del Parco Naturale Kopački rit, vi sorvoleranno! Scoprite i segreti della Vučedolska golubica, un mistero che si cerca ancora di spiegare e che è strettamente legato alla città di Vukovar. Molte storie sono state narrate su Vukovar, ma lasciate che ve le racconti da sola. Seguite le strade del barocco e conoscete i siti d’interesse culturale e storico della città, riposatevi nel profumo della pianura, con i piedi immersi nel Danubio!

Per finire, introducetevi in un originale villaggio slavonico, dove ancora viene ricamata con fili d’oro la speciale veste d’oro, la cosiddetta “zlatara”, dove la gente è orgogliosa del suo costume nazionale, dove il kulen slavonico (Slavonski kulen) e la Kulenova seka (sorella del kulen) profumano i soffitti, mentre il čobanac o il delizioso fiš-paprikaš bolle in pentola. I contadini della Slavonia vi daranno un cordiale benvenuto con la šljivovica di casa che non deve mancare. Questo è un modo del tutto singolare per sentire la Croazia d’oro e per sentire le pulsazioni e il battito di cuore di questa terra.