L’isola di Korčula

Se visitate quest’isola dalla bellezza senza tempo e dall’affascinante passato impresso tra calli nascoste, saprete di trovarvi in un posto davvero unico. Stiamo parlando di Korčula. Prese il suo nome greco Kórkyra Mélania (lat. Corcyra Nigra = Foresta Nera) dalla pianta più difusa dell’isola, la quercia nera.

Cominciate ad esplorare l’isola ed entrate nel ricco mondo del passato! Calate i finestrini della macchina e ascoltate il concerto delle cicale. Arriverete a Korčula innebriati dal bouquet di profumi mediterranei di rosmarino, salvia e lavanda. Sicuramente sarete incuriositi dalla vista dell’antico nucleo della città e dalla inconsueta disposizione a spina di pesce delle sue vie. Infilatevi nel cuore della città oltrepassando l’ingresso principale, la Kopnena vrata, preceduta da una scenografica scalinata e sormontata dalla torre merlata Veliki Revelin. Esplorate le calli medievali circondate da eleganti palazzi con facciate sfarzose e numerose chiesette, per arrivare alla più grande, la Cattedrale di San Marco. Entrate nel centro religioso di Korčula dove sono esposti numerosi capolavori di maestri italiani. Di fronte alla chiesa di San Marco troverete il Museo Civico in cui potrete vedere come vivevano nel passato gli abitanti di Korčula.

Assolutamente da vedere la casa-museo di Marco Polo, uno dei più grandi viaggiatori di tutti i tempi, che prese il largo a piene vele verso una terra sconosciuta, l’Asia. La Via della Seta lo portò in Cina. Marco Polo avvicinò all’Europa l’antica civiltà cinese altamente sviluppata, portando in Europa l’invenzione della banconota, gli spaghetti, la seta e le spezie. Salite sulla torre-osservatorio della casa di Marco Polo e godetevi l’interessante vista che da lì spazia lontano!

Se avete trascorso la mattina esplorando la città, nel pomeriggio concedetevi un po’ di relax in una tra le tante spiagge ghiaiose nascoste, tranquille e molto attrattive. Per le ore serali, prenotatevi per la Moreška, danza cavalleresca con le spade, in costumi originali, che rappresenta la lotta tra due re, il re Bianco e il re Nero, che si contendono una principessa , la bellissima Bula, rapita da quest’ultimo. Nel calar della sera, godetevi questa danza tradizionale con un bicchiere del famoso vino bianco, autoctono, il Pošip. Nelle altre città dell’isola potrete conoscere la danza a catena con le spade, la Kumpanija, accompagnata da zampogne e tamburi.

Custodendo le tracce della tradizione greca, Korčula è orgogliosa del suo ricco passato nel Mediterraneo antico. Permettete al buon vento di portarvi su quest’isola per poter vivere l’atmosfera unica di Korčula, gustare i nobili sapori della cucina locale ed il vino bianco. Fate sì che i sapori, i profumi ed i colori di Korčula vi ricordino ancora a lungo il soggiorno su quest’isola ispiratrice!